Quinta edizione di COMACCHIO A TEATRO - Sito Ufficiale del Comune di Comacchio

Vai ai contenuti principali

 

 
 

Quinta edizione di COMACCHIO A TEATRO

COMUNICATO STAMPA

Con uno spettacolo fuori programma, "Di carne", scritto ed interpretato da Alessandro Gallo, la compagnia Caracò Teatro, aprirà la quinta edizione di "Comacchio a teatro", la stagione teatrale invernale, diretta da Massimiliano Venturi, che dal 2013 ha riscosso via via un successo crescente. Il 6 dicembre, alle ore 21, con ingresso speciale al costo di 5 euro, lo spettacolo di Gallo, giovane attore e commediografo che ha riscattato la propria vita, grazie al teatro di Shakespeare, aprirà uno squarcio sulla tragica realtà di adolescenti, che pur di entrar a far parte di un clan camorristico, innescano una spirale delittuosa tra furti, rapine e droga. Un incontro, quello con il giornalista Giancarlo Siani, ucciso in un agguato camorristico nel 1985 cambierà la loro vita.

La rassegna “Comacchio a teatro”, presentata questa mattina a Palazzo Bellini, è articolata in sette appuntamenti serali e quattro pomeridiani, “Junior! I pomeriggi alle ore 16”, rivolti a ragazzi e famiglie, dislocati in altrettante domeniche, nelle quattro frazioni (San Giuseppe, Volania, Vaccolino e Porto Garibaldi). “La formula della rassegna si è evoluta – ha sottolineato il direttore artistico Massimiliano Venturi – e si è modulata in base alle esigenze del pubblico. La domenica sarà il teatro a spostarsi sul territorio, perché gli spettacoli non si svolgeranno più a Palazzo Bellini, ma saranno portati in scena, ad ingresso gratuito, nelle quattro frazioni. Abbiamo puntato, come sempre, sulla qualità e sulla grande tradizione con compagnie storiche.

Si parte domenica 15 gennaio al teatrino parrocchiale di San Giuseppe, con Il Drago a Sette Teste, un'avventurosa fiaba presentata con gli originalissimi burattini della storica compagnia fiorentina I Pupi di Stac. Domenica 29 gennaio a Volania, presso le ex scuole elementari, spazio alle creazioni originali e contemporanee del teatro di figura, con Superchef! della compagnia bolognese Officine Duende. Domenica 12 febbraio la tensostruttura parrocchiale di Vaccolino ospiterà in anteprima per la regione Emilia Romagna la nuova produzione della compagnia marchigiana Lagrù Ragazzi, Storie nell'Armadio. A chiusura, il programma si intreccia con il carnevale: eccezionalmente di sabato, il 25 febbraio nella Palestra delle Scuole Medie a Porto Garibaldi, spazio alle fiabe ed alla letteratura per l'infanzia con lo spettacolo Se Pinocchio fosse Cappuccetto Rosso..., vero e proprio cavallo di battaglia della compagnia aretina NATA Teatro.

La rassegna invernale parte ufficialmente il 20 gennaio 2017 con il ritorno di alcuni tra i protagonisti di maggior successo del panorama nazionale che, in cartellone affiancheranno il lavoro di altri artisti e compagnie, selezionati tra la miglior produzione teatrale italiana, annoverando anche un’anteprima nazionale. Vito e Claudia Peoni, dopo il recente felice debutto, sbarcheranno a Comacchio con il loro spettacolo “Adamo e Deva”, un concentrato di comicità ed attualità, capace di far riflettere e sorridere, ispirato ad una drammaturgia originale, firmata da Freyrie e Andrea Zalone. Il 3 febbraio sarà la volta di Andrea Cosentino con lo spettacolo “Angelica”, che ha riscosso consensi entusiasti di pubblico e critica. Un felice ritorno, il 10 febbraio, sarà quello della Bottega Rosenguild con “Pecore Nere”, spettacolo scritto da Stefano Benni, dopo il grandissimo successo del lavoro precedente “Le Beatrici”, presentato a Palazzo Bellini nella scorsa stagione. “L’intento del nostro cartellone è quello di accrescere la proposta artistica, con requisiti di unicità e peculiarità, mantenendo al contempo invariati i prezzi – ha specificato Massimiliano Venturi -.” Giro di boa il 17 febbraio con una straordinaria anteprima nazionale, “Quelli che la vita l’è bela”, spettacolo presentato da Giorgio Comaschi ed Alessandro Pilloni, ispirato alla Milano di Cochi e Renato, Beppe Viola e Jannacci e a tutto l’immaginario teatrale di un’epoca che ha lasciato il segno. Il 3 marzo Proscenio teatro con “Volevo solo fare Amleto”, sul filo sottile della comicità, proietterà il pubblico in una dimensione sospesa tra sogno e realtà, rivelando la straordinaria attualità del teatro shakepsperiano.

Dopo la Botteda Rosenguild, un altro felice ritorno a Comacchio sarà, il 10 marzo prossimo, quello del grande Ivano Marescotti. L’attore romagnolo porterà in scena “Bestiale…quel giro d’Italia”. Accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati, Marescotti farà rivivere le emozioni e le fatiche di un giro storico, quello del 1914, specchio di un’Italia contadina, che nei ciclisti di allora trovò i propri eroi-protagonisti.

Gran finale di “Comacchio a teatro” il 24 marzo con “Briciole di teatro”, che porterà in scena “Quei favolosi anni ‘70”, lavoro teatrale nato da un’idea di Gianromano Cinti, presidente e fondatore della compagnia teatrale comacchiese.

Il Dirigente alla Cultura, Turismo e Sport, Roberto Cantagalli, mettendo in luce la centralità del teatro per la cultura, ha dichiarato che “questo è un momento di grande progettualità teatrale, da Teatri sull’acqua, alla straordinaria collaborazione con Ambrogio Sparagna, che ha fatto rifiorire il teatro della tradizione popolare, sino all'esperienza teatrale per ragazzi, con spettacoli itineranti sul territorio. Il teatro abbraccia tutti e non esclude nessuno – ha aggiunto Cantagalli -. Grazie a Massimiliano Venturi a Volania la comunità locale è cresciuta, dando forma ad un progetto teatrale per burattini e con esso è cresciuta la cultura della comunità.”

L’Assessore alla Cultura Alice Carli, rallegrandosi anche per il coinvolgimento delle scuole, che da due anni a questa parte collaborano con l’Amministrazione Comunale nel progetto “Liberi dalle mafie”, ha salutato lo spettacolo di avvio della rassegna “Comacchio a teatro”, quello in programma il 6 dicembre prossimo come una “testimonianza del percorso di promozione della legalità e del rispetto, per far sì che la nostra diventi una comunità educante. La collaborazione con Venturi riconferma anche quest’anno l’ingrediente principale – ha proseguito l’Assessore Carli, ovvero il teatro per tutti con proposte alte e preziose. La chiusura della rassegna sarà inoltre un omaggio alle nostre tradizioni, grazie allo spettacolo di Briciole di Teatro, in memoria di un suo grande protagonista, Gianromano Cinti.” Il programma completo della rassegna teatrale è scaricabile su www.comacchioateatro.it . Per informazioni si suggerisce di contattare il numero 349-0807587.

La prevendita dei biglietti per lo spettacolo di Alessandro Gallo del 6 dicembre prossimo è già avviata, mentre biglietti ed abbonamenti per tutta la rassegna si confermano tra i più bassi della regione. Il biglietto è infatti confermato a 10 €, così come è confermato il carnet 3 ingressi a scelta a 25 €, dedicato ai soci Coop Alleanza 3.0. Invariati anche i costi degli abbonamenti, che permettono un ulteriore risparmio con costi per il singolo spettacolo a partire dai 7 €: l'abbonamento completo è proposto a 55 €, il ridotto (over 65 e Coop alleanza 3.0) a 50 €. Confermata anche la promozione natalizia, che fino al 07/01/2017 offe la possibilità di sottoscrivere 2 abbonamenti completi alla stagione serale (per un totale di 14 ingressi) al costo totale di 99 €. Per i ragazzi fino ai 18 anni il biglietto è di 6 €, mentre l'abbonamento completo è proposto a 30 € in tutto (è possibile acquistarlo utilizzando il bonus cultura del Governo 18app). La campagna abbonamenti apre oggi, per proseguire ogni martedì (ore 15-18) e sabato (ore 10-12:30) in Biblioteca, a Palazzo Bellini sino ad inizio stagione. Gli abbonati alla stagione precedente hanno ricevuto in anteprima il programma, ed hanno tempo fino al 10 dicembre per esercitare la prelazione, confermando l'abbonamento e mantenendo il posto assegnato.

 
IMG_3847

 

Manifesto (4.261kB - PDF)
Pieghevole (3.268kB - PDF)